Domenico Troìa detto Trodo

Ciao Paolina, ti saluto di cuore, continuo a leggere le tue poesie, sono profonde e piene di rispetto, colgo qui l’aspetto più intimo dell’essere donna, sei tu per davvero, non mi ero sbagliato  a tavola. Se ti conforta a me piace il tuo stile di come racconti la vita ed è il metodo giusto dando lo spessore che merita e la profondità del tuo grido di dolore nella sofferenza terrena. Poetessa non morire, dai sfogo alle tue pene, io ti ascolto. Sono raccolte tutte in un giardino, attendono l’est, la vita. Parole, Amore scaduto, A volte, Non è ora, Vorrei essere … ho declamato in un salotto di poesie in Matera Bene e Colta: ti sposo poetessa nella poesia, continua così hai avuto SUCCESSO, GLI APPLAUSI Sì ERANO PER ME MA è te che volevano quel suono dolce delle mani. Paolina continuerò nella lettura e spero di farti un buon commento come Gran Lettore di Giurie. Brava Paolina

Questa voce è stata pubblicata in DICONO DI ME. Contrassegna il permalink.